Comunicati stampa

0514Magnalongainbicicletta

Roma, 14 maggio 2019                                                                               Comunicato stampa

Il 18 maggio torna la Magnalonga in bicicletta, la pedalata enogastronomica dedicata al cibo di qualità. In 500, per le strade di Roma, per raccontare “cose di questo mondo”.

Si avvicina l’undicesima edizione della Magnalonga in bicicletta: la passeggiata mangereccia a due ruote che si svolgerà sabato 18 maggio a Roma, con partenza da Piazza Sempione, quest’anno dedicata alle “cose di questo mondo”, storie di successo e resilienza che fanno grandi le città. Il percorso di circa 20 km sarà intervallato da tappe di degustazione durante le quali il gruppo dei 500 partecipanti (450 iscritti e 50 tra volontari, giornalisti e partner) sosterà per assaggiare prodotti tipici e assistere a spettacoli, performance musicali, laboratori e mostre. Cinque le tappe previste: Da piazza Sempione, dove la partenza è prevista per le 14, ci si dirigerà verso Parco Virgiliano (più conosciuto come Parco Nemorense) e, a seguire, presso l’Università Luiss Guido Carli, l’Università Sapienza per tornare a Piazza Sempione per un’ultima degustazione intorno alle 20.00.

“Anche quest’anno grazie a Magnalonga avremo l’occasione di parlare di turismo sostenibile e mobilità intelligente, di progetti di resilienza urbana e di realtà virtuose romane e non. L’iniziativa è una giornata dedicata alla cittadinanza attiva senza la quale non sarebbe stato possibile intraprendere questo viaggio che ha visto scendere in strada, in 11 anni, circa 5000 ciclisti, organizzare 55 tappe per un totale di 232 km percorsi in una città che, molto spesso, viene contrapposta alle due ruote” dichiara Roberta Miracapillo, presidente del circolo Legambiente Mondi Possibili che promuove e organizza la Magnalonga con l’A.P.S. Tavola Rotonda e in collaborazione con Legambiente Lazio, Culturit Roma e FIAB Roma Naturamici.

I partner che quest’anno sostengono la manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio del Municipio III di Roma Capitale, sono UniCoop Tirreno, Girolibero, Ronconi Biciclette, l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, Bici&Motori, Art-Shirt, Il Casone Valle Dell’aniene e la Scuola di Italiano per stranieri TinaDue.

Numerosi i circoli FIAB che garantiranno assistenza ai partecipanti lungo l’itinerario: Roma RuotaLibera, Roma Ostia In Bici, Roma BiciLiberaTutti, Roma BiciChigi e FIAB Frosinone, in collaborazione con Vediromainbici UISP.

La nuova edizione della Magnalonga unirà idealmente le comunità attraverso il cibo, raccontando esperienze positive di integrazione e agricoltura sociale, consumo etico e agricoltura biologica, mobilità e tutela dell’ambiente e della biodiversità. Tema fondante della manifestazione è il senso d’appartenenza a un mondo “tutto attaccato” che va preservato e difeso, a partire dalla propria città.

Sul fronte delle degustazioni, tra i partner che hanno offerto il proprio supporto, spiccano NaturaSì, da sempre vicina agli obiettivi della manifestazione; Rosemary Terra e Sapori e Come un Albero Museo Bistrot, progetti inclusivi di economia civile; la cooperativa Barikamà e Hummustown, nati da esperienze di buona integrazione. A raccontare il progetto di crowdfunding Alleva la Speranza di Legambiente ed Enel, attraverso il cibo, sarà Amelia Nibi del Casale Nibbi, allevatrice colpita dal terremoto di Amatrice affiancata dai prodotti della Terrafelix de La Tipicheria, un progetto di recupero e sostenibilità nato in Campania. Anche lo staff dell’Università LUISS Guido Carli, per l’occasione, ha creato una degustazione ad hoc dedicata al mondo della bicicletta con una ricetta nata appositamente per l’occasione. Tutte le stoviglie utilizzate saranno biodegradabili e compostabili, grazie a Minimo Impatto.

Per degustare anche con la vista, diverse le mostre previste: quella di Sensuability, progetto sulla sessualità e la disabilità, la mostra Human a cura di Energie per i diritti umani, quelle del Treno Verde di Legambiente e del dossier sul cicloturismo in Italia a cura dell’associazione ambientalista e ISNART; anche Alessandro Lacché (su Instagram Cicloclick) allestirà una mostra sulla ciclabilità urbana. Parteciperà l’associazione Ti Meriti Tempo, basata nel III municipio, che si dedica alla propmozione della mobilità sostenibile.

E infine grande musica con Radio Luiss, dimostrazione di Hula Hawaiana a cura di Gail ‘Ilima Roberts e la Halau Hula 'O Manoa Italia e le esibizioni della Kisito Band, nata in Senegal e trasferita in Italia e di Tito Maria Terribili che con la sua voce e il suo ukulele ha conquistato il pubblico romano durante il #FridaysforFuture di Piazza del Popolo che ha visto protagonista Greta Thunberg.

Alla Magnalonga in bicicletta sarà inoltre abbinata una raccolta fondi, organizzata con il circolo Legambiente Si Può Fare, dedicata alla ricostruzione della libreria-caffetteria La Pecora Elettrica, distrutta da un incendio doloso lo scorso 25 aprile.  

Questo e molto altro, sabato 18 maggio dalle 12 alle 21 in giro per le strade di Roma.

Il programma completo di questa edizione e il modulo di preiscrizione (per aggiudicarsi i posti ancora liberi) sono disponibili sul sito www.magnalonga.net.

0430AppuntamentiBiciRomaAppiaMagnalonga

Roma, 30 aprile 2019                                                                                    Comunicato stampa

 

Maggio in bicicletta

Due appuntamenti di Legambiente nella città eterna

Il 12 e il 18 maggio con Appia Day e Magnalonga

Pedalando tra storia, cultura, divertimento ed enogastronomia di qualità

 

Per gli amanti della bici e della città eterna, residenti o turisti, sono due gli appuntamenti a pedali organizzati da Legambiente a maggio a Roma. Entrambi all’insegna della mobilità sostenibile e di una dimensione partecipata e condivisa dello spazio pubblico, della storia, delle tradizione, dell’enogastronomia di qualità e del divertimento all’aria aperta. Due appuntamenti che celebrano la città lungo due percorsi assolutamente diversi.

Il primo è quello dell’Appia Day domenica 12 maggio, la grande festa della consolare, nata tre anni fa per chiedere la pedonalizzazione del tratto romano della regina viarum e per individuarne, poi giù fino a Brindisi, una nuova modalità di fruizione intermodale (www.appiaday.it). Il secondo è la Magnalonga, sabato 18 maggio, che giunta alla sua undicesima edizione, è ormai un classico romano dell’associazione ambientalista, che negli ultimi anni ha visto il “tutto esaurito”.

In occasione della terza edizione dell’Appia Day, organizzato da Legambiente insieme a un ampio comitato di associazioni e patrocinato dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio, la passeggiata in bicicletta si svolge lungo l’Archeograb.

“La bicicletta - spiega Sebastiano Venneri, responsabile Turismo di Legambiente - è uno straordinario mezzo per connettere luoghi di pregio della Capitale: con l’Archeograb abbiamo voluto creare un piccolo sistema turistico lungo l’Appia antica che rafforza la godibilità e la fruibilità di siti archeologici altrimenti scollegati”.

L’Archeograb è il tratto archeologico del GRAB, il grande raccordo anulare delle bici, e rappresenta uno degli itinerari più suggestivi di Roma: disegnato appositamente per Appia Day 2019 è un percorso di 18 chilometri da godersi in bicicletta, che si sviluppa attraverso sette tappe in altrettanti luoghi e monumenti simbolo del territorio: Arco di Druso, Ex Cartiera Latina, Caffarella Vigna Cardinali, tombe di via Latina, Acquedotti laghetto, Villa dei Quintili Santa Maria Nova, Mausoleo di Cecilia Metella. Ai partecipanti verrà distribuita una mappa dell’Archeograb, cartacea e virtuale: a ogni tappa verrà apposto un timbro sulla mappa e al termine del tour coloro che avranno raccolto tutti i sette timbri riceveranno maglietta e borraccia realizzate per gli amici di Appia Day 2019.

Alla Magnalonga, invece, con una quota di partecipazione di 15 euro, si mangia, si beve e si assiste a performance musicali e artistiche lungo un percorso circolare di circa 20 chilometri, che cambia di anno in anno, da percorrere rigorosamente in bici. A questo giro, le tappe di degustazione e di animazione culturale sono cinque: si parte da piazza Sempione alle 14 per poi fare sosta agli stand sistemati presso il parco Nemorense, la sede dell’Università Luiss Guido Carli, la sede dell’Università la Sapienza e di nuovo a piazza Sempione per un’ultima degustazione intorno alle 20.00.

“Sarà anche un momento per parlare di turismo sostenibile e di mobilità intelligente, di progetti e di realtà virtuose, di volontariato e di associazioni, di chi ci accompagna in questo viaggio da undici anni” dice Roberta Miracapillo, presidente del circolo Legambiente Mondi Possibili che promuove e organizza la Magnalonga. Il programma completo di questa edizione 2019, che prevede anche momenti di animazione culturale e laboratori, è disponibile sul sito www.magnalonga.net.

 

L’ufficio stampa Legambiente 06 86268399 – Alice Scialoja 3393945428

www.appiaday.it

www.magnalonga.net

www.legambiente.it

Partners

                        Art Shirt           Bici&Motori                      Il Casone Valle dell'Aniene                   FIAB Lazio

 

E con la partecipazione di

Gail ‘Ilima Roberts